2002 - Pulp Pinter
da Harold Pinter
Regia di Emanuele Montagna

Un omaggio a uno fra i più grandi drammaturghi viventi. Considerato un autorevole esponente del Teatro dell’Assurdo, lo scrittore inglese rifiutò sempre questa riduttiva etichetta. Le sue atmosfere rarefatte, i suoi silenzi, le sue riflessioni specchiano e sublimano il quotidiano, con le sue incomunicabilità e le sue sotterranee violenze.