Le spine di Monte Sole
di Giancarlo Brancale
Regia di Emanuele Montagna
2002 - Marzabotto, Necropoli Etrusca

La strage di Marzabotto è stata il più atroce eccidio nazista che abbia insanguinato l’Italia durante la seconda guerra mondiale. Morirono centinaia di innocenti, per la maggior parte donne e bambini.
Il testo di Giancarlo Brancale e l’allestimento di Emanuele Montagna puntano sulla non-rappresentazione della strage, mettendo in luce quella che era la vita quotidiana della comunità di Monte Sole. Partigiani, staffette, sacerdoti non erano solo eroi, ma anche e soprattutto uomini.
Con le loro paure, i loro innamoramenti, le loro contraddizioni, le loro feste, il loro disperato tentativo di condurre un’esistenza “normale”. Da questo testo è stato tratto un film considerato di “Interesse Culturale Nazionale” dal Ministero per i Beni Culturali.