Padre Marella
di Maurizio Clementi
Regia di Emanuele Montagna
2003 - Bologna, Teatro Dehon

Il “prete dei poveri”, ora da tutti riconosciuto come un santo (anche se il processo di beatificazione è ancora in corso), fu all’inizio una figura scomoda per una Chiesa incapace di accettare un uomo che preferiva “il fare al predicare”, che sfamò ed educò centinaia di orfani al di fuori delle istituzioni ufficiali. Una delle più intense e commoventi interpretazioni di Emanuele Montagna, che restituisce forza ed umanità all’indimenticata figura del sacerdote veneziano.