Storia e Linee Poetiche Le Produzioni La Musica in Scena
Il Gruppo Teatro Colli è nato nel 1997 per iniziativa di Emanuele Montagna, che ne è da allora Direttore Artistico. L’idea era quella di mettere i tanti anni di esperienza della Scuola di Teatro Colli a disposizione di un progetto di creazione di Compagnia; così le due realtà hanno avuto fin da subito lo stesso staff artistico e organizzativo, pur continuando a camminare parallele sui loro rispettivi percorsi: quello della didattica teatrale, la Scuola; quello della produzione di spettacoli, il Gruppo. Al contempo, le due strutture hanno spesso operato scambi e collaborazioni tra di loro, venendo a creare un singolare esperimento di sinergie. Il Gruppo Teatro Colli ha prodotto circa trenta allestimenti. La sua forza consiste nell’aver individuato da principio una linea poetica ben precisa - che ha con coerenza portato avanti - incardinata su due elementi portanti fondamentali:
- La rievocazione storica di avvenimenti e personaggi emiliani di rilievo
La fondamentale collaborazione con la Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, la più antica fondazione bancaria italiana, ha portato all’allestimento di spettacoli-evento, quali: IL LABIRINTO DEI DELITTI, sull’ambigua figura di Federico Pistrucci e sulla Bologna della Rivoluzione Francese; UGO BASSI, prete del Risorgimento avversato dalla Chiesa per le sue idee a favore dell’unità d’Italia; DUE EROI ROMANTICI / LA STRANA VICENDA ZAMBONI-DE ROLANDIS, altre pietre miliari della storia della nostra città; ITALIA! ITALY!, viaggio musicale sulla storia d’Italia, in occasione del Bicentenario del Tricolore; QUI E’ SUCCESSO UN ’48, sui moti risorgimentali dell’8 agosto; PADRE MARELLA, dedicato al celebre “prete dei poveri” in odore di santità.
- L’imprescindibile simbiosi tra musica e testo
Il Gruppo Teatro Colli prosegue da anni sulla strada della fusione di musica e parola in un’unica fonè. L’evento spettacolare viene così a divenire un’unica struttura, in cui nota e voce si fondono. Il Gruppo Teatro Colli ha spinto la propria ricerca fino al Melologo, il “recitar cantando” riportato in auge dalla genialità di Carmelo Bene. Ciò è avvenuto, in modo particolare, in recital quali GIORDANO BRUNO (di Camilla Corsellini), sulla figura del grande filosofo dissidente dalla dottrina ufficiale della Chiesa, e TWIN TOWERS/UNA STORIA D’AMORE (di Giancarlo Brancale), sui tragici fatti dell’11 settembre.