Galilei
di Giancarlo Brancale
Interpretato e diretto da Emanuele Montagna
2005 – Bologna, Arena del Sole

Un testo che a differenza di quello brechtiano trova nel finale una sorta di riscatto dalla ignominiosa abiura di Galilei a favore di una lungimirante idea dell'abiurare per avere la possibilità di continuare la ricerca. Una regia attenta a conciliare il Teatro di Tradizione con la multimedialità tecnologica di video spaziali e musiche elettroniche. Sedici attori in scena, alcuni dei quali, giovanissimi, provenienti dal vivaio della Scuola di Teatro Colli, accanto a veterani del palcoscenico come Montagna, Morselli e Cosentini.